La legge è uguale per tutti...forse.

5:03 PM


Buon pomeriggio a tutti! Come avevo detto la scorsa settimana, il post del martedì sul mio blog sarà dedicato ad argomenti davvero random, ovvero la prima cosa che mi passa per la testa. Oggi vorrei chiedervi la vostra opinione su una frase che praticamente leggiamo in qualsiasi tribunale del nostro paese: "La legge è uguale per tutti." Ma è davvero cosi?

Oggi sono 70 anni dalla Shoah. Oggi è il "Giorno della memoria", dove tutti ricordiamo lo sterminio del popolo ebraico da parte dei nazisti ed Hitler. Ma non voglio dedicare un intero articolo a tutto ciò, perché non credo di essere in grado di parlarne; l'unica cosa che posso dire a riguardo è che credo sia uno dei fenomeni che mi ha colpito di più quando l'ho studiato e mi ha lasciata con l'amaro in bocca, e con l'orrore negli occhi per ogni volta che ho visto quelle persone soffrire dentro un campo di concentramento o di sterminio. Ma l'argomento di oggi è tutt'altro, anche se in parte può essere riferito alla Shoah del 1945: secondo voi, la legge, è davvero uguale per tutti?

Io non lo so, o almeno, non credo. Che si parli di come hanno "pagato" i nazisti per la morte di milioni di persone o delle notizie di cronaca che giornalmente ci passano al telegiornale, credo che questa frase sia inutile quanto divertente. Sì, divertente, perché fa ridere leggerla li, dentro ogni nostro palazzo di giustizia e poi veder condannato qualcuno per estorsione a 14 anni di reclusione e magari chi ha ucciso una persona, è fuori dopo un paio di anni e in alcuni casi anche dopo qualche mese. 

Ora, non ho minimamente intenzione di stare qui e spiegare i motivi per cui secondo me Fabrizio Corona non meritava 14 anni di carcere per estorsione o per essere scappato, più che altro mi sembra ridicolo e meschino nei confronti di chi vede la propria figlia o figlio, o comunque una persona che ama, sfigurati con l'acido per gelosia o con lo stomaco spaccato perché qualcuno ha deciso che fosse giusto inserirgli il tubo dell'aria compressa nel sedere. Non so davvero cosa dire, ma so che questa non è giustizia; per tutto ciò non è possibile nemmeno costruire un'etichetta adeguata, perché non esiste. Ma so per certo una cosa: non è uguale per tutti. Perché se uccidere qualcuno e privarlo della propria esistenza è quantificabile in pochi anni di reclusione o a volte anche qualche mese, mi rifiuto di credere che in questo paese e a questo mondo la legge è identica per ogni individuo. Perché che vogliate crederci o no, a mio parere, c'è sempre qualcuno che dietro tutto ciò ne trae profitto e soddisfazione; e non penso ci sia cosa più squallida e disgustosa dell'avvalersi del dolore altrui per i propri interessi. E voi? Cosa ne pensate?


You Might Also Like

15 comments

  1. Concordo con tutto quello che hai scritto!
    Alessandra

    RispondiElimina
  2. La penso esattamente come te ! È assurdo che le pene attribuite ad assasini, stupratori, pedofili e chi più ne ha, più ne metta, non siano proporzionali al reato commesso! Ma, secondo il mio modesto parere, il problema di fondo è solo uno !!! Non ci sono abbastanza carceri o, comunque, le strutture esistenti non sono adeguate per ospitare così tante persone. Proprio per questo i legislatori hanno dovuto ricorrere a mezzi come il processo abbreviato o il patteggiamento, o altri "benefici" per ovviare al problema del sovraffollamento delle carceri! Basterebbe aumentare il numero delle strutture o migliorare i programmi di rieducazione per evitare la faccia perplessa degli italiani davanti alla Tv, magari alla notizia di 12 anni ad un assasino!

    RispondiElimina
  3. la mia risposta è semplice e secca: NO la legge non è uguale per tutti
    e non importa pensare agli assassini per averne degli esempi

    RispondiElimina
  4. Sono assolutamente d'accordo con te, la giustizia italiana è una barzelletta!
    www.thefashionshadow.com

    RispondiElimina
  5. Forse è proprio come hai detto tu, la legge non è uguale per tutti. Da qui a fare passare come un santo Corona ce ne passa ma mi rendo conto che sia un paragone molto efficacie. Il problema, appunto, è la mancata punizione di altri reati!

    RispondiElimina
  6. Io ci spero sempre, magari un giorno...

    RispondiElimina
  7. Purtroppo io da qualche anno non mi pronuncio più. Perchè l'ingiustizia, o meglio, la mancata applicazione della giustizia è diventata simbolo del nostro paese. E ne siamo colpevoli tutti. Cittadini omertosi, politici imbroglioni, magistrati corrotti e venduti. Non capisco come sia possibile dare tutti questi anni di carcere ad un personaggio, solo per antipatia, mentre i rumeni che investono i bambini e li uccidono, in omissione di soccorso sono già a piede libero. Poi ci chiamano razzisti, dicono di non fare tutta l'erba un fascio, ma questa è altra questione. Anche io vivo nella speranza, anche se molto debole, che prima o poi, questo momento storico dovrà pure cambiare, restituendoci quel poco di buono che ci era rimasto.

    Buona serata,

    Benedetta

    Benedetta

    http://www.daddysneatness.com

    RispondiElimina
  8. La penso come Fabiola: Fabrizio Corona non è in carcere per "due fotografie" come pensano in molti, ma ha commesso reati ben più seri per cui merita di stare dove sta. Le pene ingiuste sono secondo me quelle che "minimizzano" i reati, che non portano rispetto alle vittime, che permettono a criminali di uscire di prigione molto prima del previsto per problemi di affollamento. Quindi no, la legge purtroppo non è uguale per tutti...

    Un bacione e grazie per lo spunto di riflessione :)

    Visit my fashion blog: The Style Fever by Mina Masotina

    RispondiElimina
  9. In Italia no, non è uguale per tutti, ne abbiamo purtroppo ogni giorno la prova :(

    RispondiElimina
  10. Faccio una piccola aggiunta però: il tuo post minimizza i reati di Corona, non è colpevole solo di estorsione, ma di molti altri reati. Quindi no, la legge non è uguale per tutti, ma è chi uccide a meritare più anni, non lui a meritarne meno.
    Un bacione!

    RispondiElimina
  11. Purtroppo nel nostro paese non è uguale per tutti :(
    Fabrizia - Cosa Mi Metto???

    RispondiElimina
  12. Guarda sulla Shoah io credo che non abbiamo ancora imparato la lezione: non abbiamo imparato che l'odio porta solo altro odio e non abbiamo capito che chi deve pagare deve farlo in maniera esemplare. Ottimo articolo
    kiss

    RispondiElimina
  13. davvero un post ben fatto, sono d'accordo con te e con quello che scrivi!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato dal mio blog e di avermi lasciato un commento! Ricordarti di seguirmi su Facebook, Instagram e Youtube. Se invece vuoi contattarmi, scrivi a beingoverthemoon@gmail.com